ATTENZIONE!


Entro fine novembre 2020 sarà a disposizione degli utenti la nuova versione dell'applicativo SICO.


Gli accreditamenti saranno consentiti  solo tramite il nuovo software mentre rimarrà possibile utilizzare anche la precedente versione per tutte le altre operazioni sino a maggio 2021, data per la quale ne è prevista la dismissione 


Vi invitiamo pertanto a utilizzare il nuovo software in modo da apprezzarne i vantaggi e familiarizzarvi con la nuova grafica. 


Grazie


_______________________________________________________


 Si evidenzia che il DPCM 26 aprile 2020, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio nazionale, decreta all’art. 2 le misure per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali attualmente consentite e di quelle che potranno riprendere l'operatività a partire dal 4 maggio 2020 (cfr allegato 3 al citato DPCM).


A seguito di tale provvedimento si ritiene terminata, da tal data, la sospensione ope legis dei cantieri ex DPCM 22 marzo 2020, senza la necessità di inviare integrazioni alle notifiche preliminari già presentate e in validità, evitando così aggravi ai committenti e ai loro ausiliari tecnici.


Essendo stata offerta comunque facoltà ai committenti e ai loro ausiliari tecnici, qualora lo avessero desiderato, di cliccare sul proprio cruscotto la casella “SOSPESO DPCM 22.3.20”, si ricorda che tale flag (segno di spunta non riportato in Notifica) rimarrà evidente sul cruscotto e sarà reso visibile agli organismi di vigilanza per tutta la durata dell’emergenza sanitaria." Pertanto lo stesso e DOVRA' essere rimosso prima di riprendere l’effettiva operatività del cantiere e comunque per poter procedere ad ogni altra eventuale integrazione della notifica (leggi come fare).  


Attenzione: si ricorda che eventuali comunicazioni destinate a UTG-Prefetture non sono attualmente gestite dal sistema SICO e rimangono in carico ai committenti.


 _________________________________________________________


A seguito  della conversione con Legge 1 dicembre 2018 n. 132 del Decreto Legge n. 113 del 4 ottobre 2018 sono stati definiti i casi per i quali la Notifica Preliminare debba essere inviata al Prefetto: in particolare l’art. 26 (Monitoraggio dei cantieri) prescrive tale obbligo “limitatamente ai  lavori pubblici”.  


Confermando che sono in corso contatti per la predisposizione dei necessari accordi operativi tra la Regione Emilia-Romagna e le Prefetture - UTG affinché tale obbligo possa essere ottemperato tramite il sistema SICO, i committenti e i loro ausiliari tecnici dovranno provvedere a trasmettere direttamente, con propri mezzi, una copia della Notifica preliminare alle singole Prefetture-UTG territorialmente competenti. 


_____________________________________________


 RIFERIMENTI SICO PER L'EMILIA-ROMAGNA

 Assistenza tecnica:


Tel. 051 6450476     e-mail: sico@art-er.it


(lunedì-venerdì  10:00-13:00)